Dal Belgio all’Olanda un piacevole tour in bicicletta

Ieri sera Ricky è passato da me con chiavetta USB, qualche mappa e con tanto entusiasmo. Non vedeva l’ora di mostrarmi gli scatti fatti in un giro pazzesco tra terre di Fiandra e terre di mulini a vento, ma soprattutto non vedeva l’ora di trasferirmi quelle emozioni così ancora vive nel suo io. Guardando una dopo l’altro le sue foto non riuscivo ad afferrarne il senso. Ha immortalato tutto ciò che lo incuriosiva e, come un vero ciclista, non ha mai mollato il sellino della sua bici neanche per concedersi il break per qualche scatto con una vera messa a fuoco. Lo guardavo confusa ma i suoi occhioni scuri ed il suo entusiasmo erano talmente coinvolgenti che stamani ho ripercorso mentalmente le sue tappe, le ho trasferite su google maps e a poco a poco ho iniziato a viaggiare con la mia fantasia.

Li immaginavo sfrecciare felici tra bellissime città fiamminghe e tranquille campagne olandesi.

Qua e là si soffermavano per uno scatto ad uno dei tanti mulini a vento o a quei panorami dai colori intensi. Un giro di circa 270 km che hanno suddiviso in quattro tappe: Anversa, Breda, Rotterdam e Amsterdam. Non hanno dormito in B&B o in alberghi 4 stelle. Hanno preferito vivere a contatto con la gente del luogo e così hanno cercato famiglie pronte ad affittare una camera e ad accogliere questi ragazzi con un sorriso di benvenuto.

Il percorso è tutto pianeggiante e ben segnalato. Traffico automobilistico zero ma, in compenso, dovevano prestare molta attenzione alla miriade di bici che in Olanda sfrecciano a velocità inimmaginabile. Se avessero avuto qualche giorno in più avrebbero potuto fare una deviazione verso la perla dell’ Olanda meridionale, Delft oppure avrebbero potuto spingersi verso le meravigliose campagne del Noord Holland dove Bea ci ha lasciato il cuore.

Non perdo il vizio di divagare troppo e andare fuori tema, quindi ritorniamo alla nostra biciclettata.  Un volo low cost per raggiungere Bruxelles, Ricky e Moreno noleggiano le bici ed iniziano quel viaggio che certamente non dimenticheranno mai per quella sensazione di libertà che hanno assaporato lungo quel percorso di 270 km.

Zaino in spalla, pronti con la bici, adrenalina a mille e via si parte …

La prima località che attraversano è la graziosa cittadina di Mechelen. Una città ricca di fascino dove si respira un’autentica atmosfera di allegria.

I° tappa per la notte Anversa e qui non potevano non fare un salto alla Stazione Centrale considerata una delle stazioni ferroviarie più belle del mondo. E’ talmente bella che è soprannominata la “Cattedrale Ferroviaria”. Costruita tra il 1895 ed il 1905 il complesso ha due ingressi. Uno storico da piazza Astrid ed uno più moderno da piazza Kievit. Che dire!! Bella lo è davvero.

Il giro prosegue verso Sprundel e Breda (II° tappa del viaggio) fino a giungere alla loro III° tappa …

Rotterdam. Ricky ne è rimasto talmente affascinato che ieri continuava a dirmi “ma sai che è una città fantastica” !! Rotterdam è una delle maggiori città portuali del mondo e qui l’architettura è meravigliosa. Come non rimanere colpiti dalle “case cubiche” con tutti quegli edifici a forma di cubo rovesciato o come non perdere lo sguardo ad ammirare i soffitti del Markthal?

 

Dopo questa carrellata di foto il giro continua verso la mitica Amsterdam (IV° ed ultima tappa). I nostri due ciclisti , con l’entusiasmo sempre a mille,

s’inoltrano nella campagna olandese tra canali e mulini a vento

fino a giungere, quasi esausti, ad Amsterdam città cosmopolita per eccellenza. Qui  si sono proprio sbizzarriti. Ogni angolo li incuriosiva e non poteva che partire un clic.  Hanno fotografato di tutto… dagli enormi parcheggi per le bici al regno del formaggio o alle vetrine traboccanti di cibo e a boccali spumeggianti di birra.

Hanno girovagato senza mai fermarsi e come un qualsiasi turista hanno immortalato quel delizioso susseguirsi di canali che tanto caratterizza questa città.

 

E’ stato un viaggio indimenticabile e sono sicura che Ricky e Moreno vorranno ripetere questa esperienza magari per continuare il giro verso il Noord Holland che ha letteralmente conquistato il mio cuore.

 

11 thoughts on “Dal Belgio all’Olanda un piacevole tour in bicicletta

    • In effetti è un gran bel giro anche se io avrei dedicato un po’ di tempo in più alla visita dei luoghi che attraversavo. Un arrivederci. Seguimi e fra due mesi circa spero di pubblicare un giro veramente speciale. Non anticipo nulla per scaramanzia 😉

      Mi piace

  1. eh sì, bel giro. Il “problema” è che tra Belgio e Paesi Bassi hai centinaia di chilometri in bici che collegano tanti posti interessanti a breve distanza tra loro, che potresti girare per un mese 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.