Noord-Holland … l’Olanda dei mulini a vento e delle casette verdi

E’ ora di ripartire 🙂 e desidero rivolgermi ai magnifici 34 che mi hanno pazientemente seguito in questo mio girovagare per l’Olanda e chiedo loro di non abbandonarmi proprio adesso. Proprio adesso che sto per mostrarvi i luoghi più belli del mio tour. Oggi vi porto nel Noord-Holland alla scoperta dell’Olanda più tradizionale. Vi mostrerò villaggi che sembrano usciti da un libro di fiabe, dove le piccole case in legno o i ponticelli bianchi creano un’atmosfera magica ed è veramente impossibile non fermarsi ad ogni angolo e scattare foto a volontà.

L’itinerario si svolge tra i borghi della riva occidentale del Markermeer e poi si va verso l’interno alla ricerca dei magici Mulini.

Schermata 2015-06-23 alle 14.55.46

Il mio tour nel Noord Holland

Iniziamo da Volendam, come vi dicevo nel mio post precedente, è qui che abbiamo trascorso le tre notti più belle dell’intera vacanza.

Volendam, importante porto di pesca di aringhe, sorge lungo una diga costruita intorno ad un porticciolo e lo spettacolo più bello è proprio dato dalla fila di case in legno che si specchiano nell’acqua o dalle barche dai colori vivacissimi che ogni mattina mi riempivano il cuore di gioia.

IMG_4675

Ogni mattina aprivo le finestre ed il cuore mi si riempiva di gioia

Volendam non è solo la “Haven Straat” è anche il “Doolhof” dove sono rimasta letteralmente affascinata dal dedalo di vicoli, dalle casine colorate di verde, dai ponti levatoi e dalle anatre dai colori variopinti che prendono tranquillamente il sole incuranti del passare dei turisti.

Adesso saltiamo in macchina e, “ con il naso incollato al finestrino” come dice Affy, continuiamo il nostro tour verso Hoorn. Un tempo capitale della Frisia occidentale, oggi è una cittadina tranquilla dove si può ancora respirare l’antica atmosfera passeggiando tra le vie del centro ove si affacciano numerose case antiche. Arrivati in Rode Steen, ove si erge il Waag con la sua bella facciata in pietra, ci siamo subito fatti convincere ad intraprendere il giro della città con un caratteristico pulmino scoperto a 8 posti che ci ha scarrozzato per oltre un’ora. Ci ha portato in New Straat, in Grote Oost in fondo alla quale si erge imponente la Oosterkerk, bella chiesa gotica del XV sec e da via in via, soffermandoci ad ogni palazzo antico, siamo giunti all’Hoofd, antico porto con belle case di ricchi commercianti.

Terminato il giro siamo risaliti in macchina per raggiungere la tappa successiva: Enkhuizen. Questa cittadina è veramente deliziosa. Non puoi non rimanere colpito passeggiando lungo l’Oude Haven sino a giungere allo Spui, suggestivo porto circondato da vecchie case e dominato dalla Dromedaris, torre del 1540 nel cui interno è custodito un famoso carillon. E che dire della birra olandese che abbiamo tranquillamente sorseggiato in uno dei tanti localini che si affacciano sul canale! Abbiamo passeggiato lungo la Breedstraat fino a giungere al rinascimentale Stadhuis e poi verso la Westerstraat sulla quale si affacciano antichi palazzi.  

Si risale in macchina e via verso i Mulini a Vento….

Siamo arrivati a Zaanse Schans quasi al tramonto e vi lascio immaginare lo spettacolo. Un tempo la zona contava circa 700 mulini a vento, oggi, quei pochi rimasti sono perfettamente funzionanti e si cerca di mostrare al visitatore quali fossero le attività che venivano svolte nei secoli scorsi. Percorrendo l’unica strada che dal parcheggio porta verso il villaggio, oltre ai mulini a vento, incontreremo antiche casette in legno, ognuna con il proprio giardinetto. Attraverseremo ponticelli, fotograferemo animali da cortile e ogni cosa ci sembrerà speciale. La leggera brezza che ci ha accompagnato lungo il percorso e i colori del tramonto che illuminavano il paesaggio, ci hanno fatto apparire Zaanse Schans veramente magica. Qualcuno direbbe: “ma è troppo turistica”!! Turistica lo è davvero, ma non per questo non vale la pena di visitare questo luogo dove si possono vedere i tipici mulini olandesi risalenti ad un periodo compreso tra il XVII ed il XIX sec.

Il giro si conclude con la visita di Marken, una delle località più celebri dell’Olanda. Si compone di due piccoli borghi: l’Havenbuurt nei dintorni del porto ed il Kerkbuurt con le sue case in legno e la chiesetta la cui costruzione è stata ultimata nel 1904. Anche qui tutto è perfetto. E’ stato bello passeggiare tra gli stretti vicoli ed osservare furtivamente la vita tranquilla degli abitanti intenti nelle loro occupazioni.

Ancora 17 km e si ritorna a Volendam dove abbiamo prenotato un tavolo per 4 in quello che poi si è rivelato il posto dove abbiamo consumato il pasto migliore dell’intera vacanza, il “Paviljoen Smit-Bokkum” 

Spettacolare vista dal Pavilijon

Spettacolare vista dal Pavilijoen Smit-Bokkum

E’ inevitabile che io concluda questo post facendo una recensione sul “Paviljoen”. Una location favolosa, personale disponibilissimo e gentilissimo, menù eccellente e la particolarità del ristorante è che aringhe, anguille, salmone vengono affumicati direttamente presso il ristorante. I piatti che ho scelto, dall’ entrée al main course al dolce, sono stati uno più buono dell’altro 🙂

Volendam - passeggiata notturna

Volendam – passeggiata notturna

Volendam - passeggiata notturna

Volendam – passeggiata notturna

35 thoughts on “Noord-Holland … l’Olanda dei mulini a vento e delle casette verdi

  1. Mamma mia che bellissimi posti, hai fatto delle foto stupende, aggiungo anche l’Olanda nella mia to do list dei desideri, 😀 un abbraccio cara amica, sei fantastica, ❤

    Mi piace

    • E’ vero Silva, anche per me questi sono i posti che mi hanno fatto venire voglia di ritornare e di spingermi più a Nord, magari includendo anche la Danimarca. Guarda, sono insaziabile!! Partirei sempre. Bacione Bea 🙂

      Mi piace

  2. Pant pant pant … eccomi che arrivo trafelata all’appuntamento.
    Il trolley condotto come un cane al guinzaglio aspetta soltanto di essere tirato. Solo pochi istanti e siamo pronte per andare.
    Andare dove la méta diventa ambiziosa perché l’Olanda si veste di favola. E cominciamo proprio da un’icona che rappresenta questa regione e cioè i mulini a vento, costruzioni che insieme a ponti e piccole case sono emblema e continua attrazione.
    E dopo i mulini a vento è Volendam ad onorare la presenza dei turisti ed a soddisfare il nostro bisogno di riposo. Lasciata l’auto che ci ha viste con il naso incollato ai finestrini siamo salite sul pullmino turistico dove lo sguardo si è perso dentro il panorama, trecentosessanta gradi di vista incantevole, un’ora di autentica libertà che ha dissetato i nostri occhi curiosi.
    E poi Bea te lo ricordi il carillon? Era quello il segreto custodito nella Torre. E quanti carillon abbiamo ascoltato nella nostra vita, quanti ne ascolteremo ancora … 😉
    Al tramonto, dopo un’ottima birra fresca che ha dissetato l’arsura, sono ancora i mulini a sorprenderci, ce ne sono tanti ed ognuno racchiude la sua storia dentro giri di pale spostati dal vento.
    Ci spostiamo ancora all’interno di paesi che aspettano di essere visitati, i tuoi scatti diventano carezze per anatre, ponti, chiesi e scorci panoramici. Nessuno è in posa, c’è tutta la naturalezza del momento, c’è la poesia, la voglia di attingere gioia da questi posti che ci sembrano assolutamente unici e perfetti.
    Come unica e perfetta è la cena che conclude il nostro tour, un menù dove i piatti tipici locali tengono banco, disposti e cucinati con sapiente maestrìa.
    Conclusione magica per questo viaggio che sembra uscito da un libro di favole dove tra i protagonisti c’è una mia dolce amica che virtualmente mi ha fatto attraversare con lei chilometri e chilometri che nessuna rete potrà mai intrappolare.
    Forse non avrò visto con i miei occhi l’Olanda ma attraverso i tuoi sono sicura di essere stata anch’io lì con te. 🙄
    E con te ho vissuto i miei giorni da favola, iniziata un giorno con “C’erano una volta due persone che avevano un blog come casa … e oggi vivono felici e contente per essersi conosciute, virtualmente abbracciate una all’altra”.
    Il mio trolley è sempre lì, aspetta di essere tirato, pronto per una nuova avventura. 😀
    Ed io qui ti dico “grazie” Bea. Grazie per tutto. ❤
    Affy

    Mi piace

    • Che meraviglia Affy, mi hai fatto venire la pelle d’oca. Un tour bellissimo reso ancora più bello dai vostri commenti, per non parlare dei tuoi!!! Lo hai letto rigo dopo rigo e non hai perso proprio nulla. Non oso immaginare come potrebbe essere la descrizione di un tour vissuto da te. E’ vero Affy, riguardando i miei scatti mi sono proprio accorta che sono scatti semplici che hanno saputo cogliere l’emozione del fotografo, la sua felicità di essere lì a fare quel clic. E’ bella l’idea di avere un piccolo rifugio dove trovarsi con tutti questi amici virtuali, dove è bello essersi conosciuti. Grazie a te per essere sempre così presente tra i miei post 🙂

      Mi piace

  3. Pingback: Olanda … un rientro tra paesaggi e città d’arte | Viaggiando con Bea

  4. Che bello , anche l’Olanda vale una visita più in largo che non sia solo Amsterdam. Io purtroppo mi sono potuta fermare solo lì ma è comunque uno scenario che rimane impresso. Vedrò comunque anche il tuo post su Amsterdam. Un caro saluto a tutti questi magici luoghi ma anche a te. Isabella

    Mi piace

  5. Ciao. Riapro questo tuo articolo perchè stavo cercando idee per settembre. Tra me e l’olanda si è creato un legame molto intimo, pur non essendo ancora riuscito a trovare una fidanzata olandese 🙂 nei posti che hai raccontato qui sono stato a più riprese ed effettivamente valgono una visita tutti: forse Marken e Hoorn sono stati i posti che mi sono piaciuti di più. A Volendam stavo per arrivarci in bici da Amsterdam, poi però il vento forte e l’abbigliamento non adatto mi hanno fatto fermare a Broek. Belle le foto di Volendam di sera! Ad Enkhuizen ci sono stato a giugno: c’è uno stupendo Zuiderzeemuseum che ricostruisce i villaggi della zona. Ho letto anche il tuo post sulla Zeeland che non ho ancora visto così come la zona di Groeningen. Tante idee…:)

    Liked by 1 persona

    • Mi hai fatto venire voglia di ritornarci per scoprire nuovi borghi. L’Olanda è splendida e se dovessi mai ritornarci non potrei non passare ancora da Volendam. Mi ha letteralmente conquistata. Bello questo scambio di vedute tra viaggiatori. Ciao e buon giro settembrino 😉

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...