27 gennaio giorno della memoria

27 gennaio una data da non dimenticare

Il 27 gennaio del 1945 è il giorno in cui i cancelli di Auschwitz furono abbattuti dalla sessantesima armata dell’esercito sovietico.

E’ il giorno in cui venne mostrato al mondo intero tutto l’orrore dello sterminio perpetrato, tra il 1938 ed il 1945, dai vertici politici, civili e militari del regime nazista nei confronti del popolo ebraico e di tutte quelle categorie classificate “indesiderabili”, come i rom, i disabili o gli omosessuali.  

Schermata 2022-01-27 alle 17.46.05

Come ogni anno anche il cinema da il suo contributo per commemorare questo enorme eccidio. Questa sera verrà trasmesso su Rai 2 “Quando le mani si sfiorano” e alle 21, su IRIS, verrà riproposto, per l’ennesima volta, un grande capolavoro “Schindler’s List – La lista di Schindler”

La Shoah ci insegna che occorre sempre massima vigilanza, per poter intervenire tempestivamente in difesa della dignità umana e della pace  (papa Francesco)

Anch’io con qualche scatto qua e là, raccolto in giro per l’Europa, voglio contribuire alla commemorazione di questa giornata 

Dachau – Novembre 2013 

Soli 20 km da Monaco e si arriva a Dachau, lager nazista aperto nel 1933 nel quale persero la vita più di 50 mila fra prigionieri di guerra, ebrei e detenuti politici. Non avevo mai visitato un campo di concentramento, è stata un’esperienza veramente emozionante. E’ un’emozione diversa, un’emozione che ti lascia un vuoto dentro e tanta amarezza. Tutto ciò che hai sempre letto e studiato sui libri di storia improvvisamente si materializza davanti a te con le fila di letti, con le immagini che guardi una dopo l’altra e che parlano dell’orrore vissuto da milioni di ebrei. Le camere a Gas, gli agghiaccianti forni crematori e tu giri lì ammutolito ed infreddolito”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Praga – Aprile 2014 – 

Imperdibile il Cimitero Ebraico, uno dei più antichi e famosi cimiteri Ebraici d’Europa.

Situato nel centro del ghetto risale al 1478 ed era l’unico luogo dove gli Ebrei potevano seppellire i loro morti. Al suo interno ci sono circa 12.000 lapidi addossate una sull’altra. E’ un luogo che ti lascia senza parole e, anche qui, non puoi che percorrerlo ammutolita e con un senso di tristezza nel cuore. Vi si accede attraverso la Sinagoga Pinkas dove una scala stretta, situata accanto all’ingresso della Sinagoga, ci ha portato all’esposizione dei disegni e delle poesie dei bambini di Terezin. La visita è stata veramente commovente”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Berlino – Dicembre 2014

Holocaust-Mahnmal (Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa), realizzato nel 2004.

E’ un’opera modernissima che  con i suoi 2.711 steli di colore grigio cupo crea un’atmosfera particolarmente impressionante.

3 thoughts on “27 gennaio giorno della memoria

  1. Immane tragedia… 😦 Molti anni fa, durante il corso di Grammatica tedesca, l’insegnante, madrelingua, ci fece leggere una frase di Theodor Wiesngrund Adorno, che diceva così: “Nach Auschwitz, ein Gedicht zu schreiben ist barbarisch” (tr. “Dopo Auschwitz, scrivere una poesia è barbarico”). Chiese ad ognuno di noi di scrivere o disegnare le impressioni che ci suscitava questa frase, ed una ragazza disegnò proprio il cimitero di Praga. Finora non ci sono stato, ma è una città dove vorrei andare presto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.