Otranto … una vera magia di colori, profumi e tradizioni

Sono passati quattro anni dal mio ultimo viaggio in puglia ed eccomi ancora qui in questa terra bruciata dal sole dove non è possibile non rimanere inebriati da quei profumi mediterranei che si respirano a pieni polmoni.  Ogni tot numero di anni il desiderio di tornare in questa terra del profondo sud diventa impellente. E’ bello ripercorrere quei sentieri assolati che digradano verso le acque cristalline del litorale.  Perché scegliere Otranto? Perché è bello perdersi tra i suoi vicoli acciottolati e, come una vera turista, farsi ammaliare da quei negozietti di artigianato locale. Quando vengo da queste parti faccio letteralmente incetta di ciotole e ciotoline di ceramica. Questo antico borgo, annoverato tra i borghi più belli d’Italia, si sviluppa attorno all’imponente Castello Aragonese, luogo simbolo che racconta la storia più remota della città,

ed alla Cattedrale dell’Annunziata. La Cattedrale risale al 1068 e al suo interno sono custoditi le ossa ed i teschi dei martiri che durante l’invasione dei Turchi si opposero alla conversione alla fede islamica. Camminando tra le sue navate non potrete non rimanere affascinati da quel meraviglioso mosaico sul quale state camminando.

Per le strutture alberghiere ci sarebbe l’imbarazzo della scelta ma noi non riusciamo a rinunciare a quell’ambiente elegante, curato e al tempo stesso familiare che si respira alla “Corte di Nettuno“.   E’ la sistemazione ideale per chi, dopo una lunga giornata di mare, ama rilassarsi in questa deliziosa corte salentina.

Perché Otranto? Perché alzarsi alle prime luci dell’alba e godere di quelle lunghe spiagge dorate non ancora assediate dalla miriade di turisti è un piacere inimmaginabile. Dovete sapere che Otranto è la prima città italiana a vedere l’alba e noi, quest’anno,  abbiamo proprio atteso il sorgere del sole  ai piedi del Faro di  punta Palascìa, il punto più orientale d’Italia, il punto dove il Mare Adriatico ed il Mare Ionio s’incontrano.

 

Ma adesso usciamo virtualmente insieme da Otranto e step by step andiamo alla scoperta di quelle meravigliose spiagge che si aprono salendo verso Nord. Un percorso di soli 20 km ed è un magico susseguirsi di vedute mozzafiato. Dapprima incontreremo la riserva naturale dei Laghi Alimini con le sue incantevoli spiagge con dune sabbiose. I due laghetti di Alimini Grande ed Alimini Piccolo sono collegati tra loro da un canale. Alimini Piccolo è generato da sorgenti di acqua dolce mentre Alimini Grande ha un’alta percentuale salina in quanto in esso confluiscono le acque marine.

Continuando il nostro breve tour ci accorgeremo che tutto il litorale offre scenari pittoreschi.

Si prosegue verso le scogliere mozzafiato di Torre Sant’Andrea. Spingetevi fino all’inizio dell’area dei faraglioni, ancora una decina di metri e giungerete ad una piattaforma naturale di roccia. Concedetevi un bagno rigenerante  in quelle acque cristalline. Nuotate sotto gli archi, noterete piccole insenature, cavità, grotte che vi regaleranno un’esperienza sensoriale difficile da dimenticare.

Torre Sant’Andrea

Torre Sant’Andrea

Una manciata di chilometri e si giunge a Torre dell’ Orso e San Foca le due baie maggiormente frequentate dai Salentini. Un meraviglioso connubio tra testimonianze di civiltà passate con l’area archeologica di Roca e la magnificenza di quel mare cristallino.

Torre dell’Orso – Le due sorelle

 

E se ci volessimo spostare a Sud di Otranto? Soli 4 km e già si presentano ai nostri occhi tratti di costa di un selvaggio quasi ammaliante. Il litorale è un susseguirsi di arenili a tratti sabbiosi a tratti rocciosi. Un profumo di pino selvatico invade l’aria e tra la fitta vegetazione puoi scoprire delle calette sabbiose che si aprono su un mare blu cobalto che non può che farvi innamorare. Per raggiungere la baia dell’Orte si deve prendere la strada che dal porto di Otranto va verso sud costeggiando le cosiddette Terre Russe.

Baia dell’Orte

Merita una visita la vicina cava di bauxite. In questo giacimento di estrazione mineraria, ormai dismesso dal 1976, si è formato un laghetto verde smeraldo che fa da contrasto con le pareti rocciose circostanti che brillano di un rosso intenso. Il tutto è contornato da una vegetazione che con quelle tonalità di verde lucente dà  vita ad un paesaggio unico e surreale.

 

Per una cenetta all’insegna del gusto non posso che consigliarvi l’Agriturismo Donna Carlotta.  Location affascinante circondata dalla macchia mediterranea offre una serata in pieno relax in un ambiente semplice e familiare dove gustare la cucina tipica salentina.

Passeggiando tra i vicoli di Otranto impossibile non fare un clic dopo l’altro per catturare quei colori che a poco a poco ti abbandonano per far posto alle luci sempre magiche della notte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

14 Agosto 2017 festa dei SS Martiri di Otranto-Tra il 13 e il 14 agosto,ogni anno,si svolgono i festeggiamenti in onore dei Beati Martiri di Otranto. In questa occasione viene commemorato l’eccidio compiuto per mano dei turchi  nel 1480 ai danni di 800 otrantini che difesero fede e patria col sacrificio della vita.  Otranto ci ha salutato con un suggestivo spettacolo pirotecnico.

 

 

 

 

 

40 thoughts on “Otranto … una vera magia di colori, profumi e tradizioni

  1. Manco anch’io dalla Puglia da un sacco, ma forse un po’ più di 4 anni! Però è sempre meravigliosa… Ricordo un anno che siamo andati (io con i miei!) a Savelletri, perché a scuola studiavo la via Appia antica, quindi mio padre mi ha fatto fare tutto il tour da Benevento fino a Brindisi, passando per tutti i paesi dell’Appia e ci siamo fermati ad ogni parco archeologico che c’era… quello più bello è stato appunto a Savelletri! Mare e mura, stupendo!

    Liked by 1 persona

  2. Pingback: Otranto … una vera magia di colori, profumi e tradizioni — Viaggiando con Bea | Il Blog di Tino Soudaz 2.0

  3. Non sono mai stato in Puglia, in generale, e nel Salento in praticolare; devo rimediare di sicuro! 😉 Ti devo proprio ringraziare, perché – come al solito – sai rendere sempre interessanti i tuoi diari di viaggio, incuriosendomi sempre! 😉
    Molto belle le foto, ma più di tutte ho trovato splendide quella con il mare che si frange sugli scogli, ed anche quella del lago circondato dalla vegetazione. E poi? Vogliamo parlare dell’album con le foto che si susseguono una dietro l’altra? No, non ne parliamo: sono una più meravigliosa dell’altra! Grazie, Bea!
    Ti auguro una splendida serata! ❤

    Liked by 1 persona

  4. Che meraviglia! Sono stata in Salento ormai cinque anni fa, e mi hanno detto che ultimamente sia carissimo e affollatissimo… io lo ricordo pieno di gente ma ancora vivibile, spero che il turismo non lo rovini.. 🙂

    Liked by 1 persona

    • Bella veramente. Gli scatti senza il caos dei vacanzieri di agosto sono stati presi in una giornata ventosa e, soprattutto, alle nove del mattino. Eh si caro Max per godermi il mare senza nessuno intorno io ed ilo mio Lui siamo dei veri mattinieri. Un caro abbraccio Bea

      Liked by 1 persona

  5. Wow che bel post coinvolgente!! Otranto è una delle mie mete preferite perché riesce sempre a sorprendermi e ad emozionarmi.Anch’io come te,amante della fotografia,faccio le levatacce per riuscire ad immortalare i paesaggi mozzafiato che la circondano.
    Ciaooo
    Elena.

    Mi piace

    • Lo so che tu sei una fan di Otranto e dintorni. E’ a te che devo tanti spunti per aver trascorso una vacanza splendida in questa regione italiana dove si respira un’aria genuina legata ad antiche tradizioni. Grazie e a presto. Bacioo

      Mi piace

  6. La Puglia e il Salento in particolare sono mete meravigliose! Io scendo quasi ogni anno, faccio le due settimane centrali di agosto, che certo non sono il periodo migliore, e ancora si riescono a trovare spiagge vivibili 😀 Di tutti i tuoi consigli non ho mai visto le cave, il colpo d’occhio con quei colori intensi è incredibile, dovrò senz’altro passarci! Invece l’hotel l’avevo decisamente notato passandoci davanti, quindi mi confermi che vale pure la pena entrarci! 😉

    Liked by 1 persona

    • La Puglia è bellissima ma io adoro l’Elba. E’ un’isola che mi è entrata nel cuore. Corte di Nettuno, certo che puoi dare una sbirciatina ma se vuoi gustare l’atmosfera e guardare parte della collezione di antichi oggetti della marineria devi almeno passarci una seratina. Ti consiglio di provare il ristorante. Si mangia molto bene, il personale è al top della professionalità ed i prezzi sono in linea con altri ristoranti di pari livello. Un caro saluto Bea

      Liked by 1 persona

  7. Quanta singolare bellezza mi regali in questi scorci e squarci grazie alle tue levatacce mattutine!
    Le fotografie accarezzando il panorama e le sue coste generano parole in una conversazione piena di sostanza.
    Otranto è una realtà che offre un incantevole luogo di vita imponendosi a ragione nelle lunghe ore del giorno e non mancando d’inebriare con le sue suggestive ombre e luci il cuore della notte.
    La bauxite con i suoi colori ammalianti e la tavola imbandita da Donna Carlotta sono la cornice ideale per una vacanza intensa e vera.
    Grazie dolce Bea per trasportarci idealmente tra le meraviglie italiane!
    Con te ogni volta è un grande viaggio, ti abbraccio forte
    Affy

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...