Brasato al “Dolcetto d’Alba”

Prima che l’inverno ci lasci ho deciso di riproporre ai miei ospiti questo piatto  dal profumo speziato. Da buona sicula ho deciso di cimentarmi in un piatto del nord e devo dire che è stato un successone. Avrei dovuto usare 1 bottiglia di Barolo ma ho deciso di risparmiare acquistando comunque una buona bottiglia di un vino sufficientemente corposo.

Ingredienti per circa 6 persone:

  • 1 bottiglia Dolcetto d’Alba
  • 1,300 kg di polpa di manzo o cappello del prete (generalmente  mi faccio consigliare per il taglio dal mio macellaio di fiducia)
  • 3 carote, 1 costola di sedano, 3 cipolle, 1 foglia di alloro, 4/5 chiodi di garofano, 1 spruzzata di cannella, 1 spicchio d’aglio
  • burro, olio, sale aromatizzato q.b.

Procedimento:

  • 2 sere prima della cena :
  1. Tagliare sedano, cipolle e carote a tocchetti
  2. Mettere tutti gli ingredienti sopra menzionati (carne, aromi, verdure, vino)  in una pirofila e porre in frigo per tutta la notte
  • 1 giorno prima della cena:
  1. Rosolare a fuoco vivace con olio e burro il pezzo di carne, girarlo continuamente al fine di formare una crosticina
  2. Togliere la carne dal fuoco ed aggiungere le verdure con gli aromi facendo rosolare il tutto per una decina di minuti
  3. Ultimata la rosolatura, unire la carne alle verdure e coprire il tutto con il vino usato per la marinatura, salare con il sale aromatizzato  e procedere con la cottura. La cottura deve essere fatta a fuoco lento per circa 3 ore  ricordandosi di girare la carne di tanto in tanto
  4. A cottura ultimata lasciare raffreddare anche per una notte intera.
  • la sera della cena:   IMG_2515
  1. Affettare la carne e disporre le fette in una pirofila da forno
  2. Frullare le verdure con il loro sugo di cottura togliendo chiodi di garofano ed alloro. Se il sugo dovesse risultare troppo liquido farlo restringere a fuoco vivace e, raggiunta la giusta consistenza, versarlo sulla carne
  3. Riscaldare in forno il vostro Brasato al “Dolcetto d’Alba” e servirlo accompagnato da una buona polenta

15 thoughts on “Brasato al “Dolcetto d’Alba”

  1. Buonissimo, Bea, il tuo brasato, delicato, per nulla pesante, hai dato il massimo di te. Pur non avendo mai amato in modo particolare questo genere di piatti, devo dire che questo è davvero ottimo. Mi devo ricredere.Proverò sicuramente anche io a cucinarlo, sperando di trovare la stessa carne che hai usato tu. Brava continua così.

    Mi piace

  2. Questo brasato servito con una buona polenta è il modo migliore per chiudere il clima invernale.
    E’ un cappello del prete pieno di sapori e una volta affettato permette di godere di una polpa tenera e allo stesso tempo gustosa. I tuoi invitati avranno certamente apprezzato la tua abilità culinaria, dalle immagini mi sembra proprio che sia un bel vedere!
    Cottura lunga e a fuoco lento … che buon profumo ci sarà stato in cucina!
    Un abbraccione ❤

    Liked by 1 persona

    • Si cara Affy, con la complicità del caro Sig. Sidoni che mi da sempre dei pezzi da grande chef, ho realizzato questo piatto per chiudere in bellezza la stagione invernale. Adesso si passa ai menù più leggeri che sanno di mare 🙂 Un abbraccio grosso anche a te.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...