Elba … girovagando tra i borghi più belli

Countdown per la XXI^ edizione della festa dell’uva che, come di consueto, si terrà tra i vicoli acciottolati di Capoliveri. Migliaia di persone arriveranno in questo borgo, deliziosamente arroccato sul colle del monte calamita, per vivere la tre giorni dedicata all’antica vendemmia. Come ogni anno, anch’io mi ritroverò ad immortalare i Capoliveresi che con orgoglio insceneranno con costumi, canti e balli antiche rievocazioni storiche e sfileranno tra le vie del centro fino a giungere in Piazza Matteotti nella speranza di portare nel proprio rione l’agognato Bacco. Alle 21,00 del 7 ottobre ci saranno i giochi della vendemmia e dell’antico Borgo. Sabato dalle 17,30 sarà piacevole ascoltare il gruppo musicale Bandao e alle 18,30 si andrà tutti in Chiesa per assistere alla benedizione degli stendardi dei 4 rioni. Alle 19,30 pronti in coda agli stands enogastronomici per qualche assaggino. Domenica 9 ottobre giornata clou. Tutti in piazza alle 10,40 per assistere alla sfilata dei 4 Rioni; io sarò lì in prima fila a fare un clic dopo l’altro e a cercare di memorizzare le battute alla capoliverese che ascoltandole ti fanno iniziare la giornata con un sorriso.

 

Ops!!! mi sono persa nei meandri della mia immaginazione. Volevo parlarvi d’altro, volevo rivolgermi a Voi che mi seguite e che magari riuscite a fare una scappata da queste parti, volevo prendervi per mano e girovagare idealmente con Voi attraverso i Borghi più belli di quest’isola.

schermata-2016-10-06-alle-23-02-12

Saliamo in macchina e via verso il bivio di Lacona e poi verso San Piero e Sant’Ilario. Passeggiando tra le vie lastricate dei borghi si avrà la sensazione che qui il tempo si sia fermato e non potrete non rimanere ammaliati da quelle piazzette semplici dove si affacciano antiche case in pietra oppure dalle piccole vie fiorite che s’intersecano le une alle altre. Due paesi ricchi di storia che meritano di essere visitati. Nel cuore di San Piero si trovano tre importanti piazze tra cui la Piazza Facciatoia famosa per la sua vista sul golfo di Campo nell’Elba. Sant’Ilario è un vero gingillo, attorniato da splendide mura pisane è interamente lastricato in granito e conserva l’aspetto del tipico borgo medioevale. Un intersecarsi di scalinate e strette vie che si aprono su piazze ricche di platani e di storia. Particolarmente interessante è la Chiesa parrocchiale risalente al 1100 che domina i tetti del paese.

12 km di tornanti ci separano da Poggio un altro borgo assolutamente da non perdere. Circondato da boschi di castagni, ha un particolare assetto urbanistico a forma di chiocciola. Anche qui gireremo tra viuzze in granito, piazzette alberate, sino ad arrivare al punto più alto del paese dove sorge la Chiesetta fortificata di San Nicolò. Di particolare bellezza è la piazza Castagneto sulla quale si affacciano una torre ed altre strutture un tempo costruite a difesa della porta di accesso al nucleo storico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Poggio ritroviamo luoghi legati a Napoleone Bonaparte, come la Fonte Napoleone resa famosa dall’Imperatore francese per le sue prodigiose proprietà benefiche e curative e, dulcis in fundo, con un percorso naturalistico tra castagneti si potrà raggiungere il romitorio di San Cerbone anch’esso legato alla storia di Napoleone.

Ancora 4 km e giungiamo a Marciana, uno dei borghi più antichi e ricchi di testimonianze storiche ed archeologiche. Leggo su internet che le sue origini risalgono al 35 a.C. Borgo d’impronta medioevale al quale si accede attraverso una porta e all’interno il solito dedalo di viuzze ornate da piante e fiori. La vista che si ha su Marciana Marina e sul susseguirsi di promontori è impareggiabile.

 

Un salto a Marciana Marina si deve proprio fare. Quest’anno ho scoperto il Borgo del Cotone e ne sono rimasta affascinata. Una minuscola insenatura protetta da un grande scoglio granitico che racchiude un pugno di case colorate.

img_20160911_144758

Un giro di 77 km che ci ha portato alla scoperta di un’Elba insolita, un’Elba ricca di tradizioni e adesso non posso che finire con il borgo che io considero essere il più bello, Capoliveri. Un’infinità di spiagge, un’infinità di eventi che accompagnano il turista durante l’intera stagione estiva. Ve ne ho già parlato tre anni fa e con i pochi follower che avevo allora non ho avuto il piacere di presentarla ad un pubblico più esteso. Fateci un giro e lasciate una piccola traccia del vostro passaggio.

41 thoughts on “Elba … girovagando tra i borghi più belli

  1. E’ un posto stupendo Bea come le tue foto, sei bravissima, grazie di questo bel giretto, la nostra Italia e’ troppo bella, bacioni cara, buona serata e buon weekend, ❤

    Mi piace

  2. Che bella l’Elba! Io l’ho consociuta d’estate, sulle spiagge affollate e calde. Visitarla adesso, con i colori magici autunnali e le temperature tiepide e gradevoli, dev’essere un incanto!

    Mi piace

  3. Lasciami intanto ringraziare te e la nostra cara amica comune Laura per il dolce pensiero che avete avuto nei miei confronti. 😀
    Mi spiace essere stata assente, credimi, è stato contro ogni mia volontà ma per fortuna sono riuscita a riprendere le redini di questo mio viaggio.
    In questo articolo oltre la memoria che torna spesso alla nostra cara Silva ed al suo consorte Lino ho ammirato, come sempre d’altronde, il tuo grande talento nell’arte della fotografia. Ho guardato con vivo interesse ogni immagine, autentiche vere cartoline, sono proprio meravigliose Bea e non basta avere un bel panorama per scatti virtuosi, serve proprio un occhio speciale per immortalare il momento. Tu hai questo e molto di più!
    In questo mondo virtuale la sento davvero la tua mano condurmi nel tuo spazio, mi fai ogni volta vedere il mondo con i tuoi occhi ed è una sensazione proprio piacevole.
    Che dire? Il posto è incantevole, un borgo dove si respira un bel clima ed è questa l’Italia che mi piace e che ogni volta mi piace scoprire o riscoprire perchè il nostro è un bel Paese e di questo possiamo andare sempre orgogliosi.
    Ti abbraccio forte ❤

    Mi piace

    • Ti pensavo sul serio e da brava mamma mi preoccupavo per questa mia figlia/amica virtuale. Parlarne e scriverne con Laura è stato naturale. Un bacio carissima e ben tornata 🙂
      Ps: grazie per i complimentoni per le mie foto. Non c’è che dire mi piace proprio farvi scoprire quegli scorci che io catturo in occasione di un viaggio o di una gita.

      Liked by 1 persona

  4. Pingback: Elba … passeggiando su spiagge deserte | Viaggiando con Bea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...