Capoliveri … qui è bello fare anche trekking

Arriva la primavera e nasce la voglia di fare qualche bella escursione nella natura. Un fuori stagione all’Elba vuol dire zaino in spalla, un paio di scarponcini da trekking e via alla scoperta di antichi viottoli. Sali lungo i pendii per immortalare panorami mozzafiato e delicatissimi fiori. E’ un turbinio di colori e profumi che ti inebria e ti riconcilia con il mondo intero.

Non so descrivervi  le zone che ho esplorato, i sentieri che ho percorso, ma mi sono completamente affidata ai passi esperti dei miei amici Capoliveresi e, con la solita Canon al collo, il mio unico obiettivo è stato quello di fare un clic dopo l’altro e bearmi di tanta bellezza.

Guido mi diceva “oggi si va all’anello”, “vedrai che panorami” e, partendo in macchina dal comune di Capoliveri , ci siamo inerpicati tra strette viuzze e filari di viti per raggiungere le pendici del Monte Calamita ed iniziare da lì, ahimé non so dove 😦 , la nostra prima gita di questa toccata e fuga elbana.

L’Anello  Su internet ho letto che è uno degli itinerari più affascinanti e su questo non sono completamente d’accordo, l’Elba è bella ovunque tu vada. Comunque ritorniamo alla nostra prima gita, questo percorso non presenta difficoltà o dislivelli impegnativi e si affaccia su tutta la costa del promontorio, facendo scoprire, a chi lo percorre, la varietà e la bellezza delle baie.

Lo Spiaggione –  questa spiaggia, che rievoca libri di avventura alla Robinson Crusoe, mi è stata mostrata per la prima volta dai  miei amici Capoliveresi. Spulciando su internet, l’ho individuata ed il suo vero nome  è …. ” Spiaggia di Cannello”.

IMG_7141

Spiaggia del Cannello

Per raggiungerla, partendo dal museo della miniera, abbiamo percorso i sentieri assolati  che si snodano nel cuore della miniera di Calamita. La spiaggia è circondata dagli scavi e dalla struttura abbandonata di una laveria industriale. Una curva dopo l’altra e finalmente appare, davanti agli occhi degli escursionisti, in tutta la sua selvaggia bellezza.

La si può ammirare anche dai sentieri all’interno della Tenuta delle Ripalte ed il panorama è inimmaginabile.

29 thoughts on “Capoliveri … qui è bello fare anche trekking

  1. Interessante camminata alla scoperta di nuovi scorci da immortalare. Con i colori della primavera e le nuove fioriture la natura si offre come una tavolozza d’artista e ci regala un dipinto d’autore.
    Intriganti e selvaggi i tuoi scatti sul risveglio dell’isola ai primi caldi.
    Una bella camminata ma ne è valsa la pena! 🙂
    Un abbraccio grande grande ❤

    Liked by 1 persona

  2. Pingback: Capoliveri, qui è bello fare anche trekking – Peregrinos de Maremma

  3. Pingback: Composure: Capoliveri passeggiando tra vicoli e spiagge selvagge | Viaggiando con Bea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...