In giro per l’Alsazia

DSCN4615

Alsazia – un magico pomeriggio invernale –

………..

L’Alsazia è la regione meno estesa della Francia ed è ubicata a ridosso del Reno. E’ una terra affascinante, un’area vinicola d’eccellenza dove primeggia il bianco tra cui il vitigno sicuramente più conosciuto è il Riesling. Bellissima in qualsiasi stagione, d’inverno si resta estasiati dai piccoli borghi coperti di neve, dai mercatini natalizi, dai profumi inebrianti di cannella, zenzero, pane speziato, etc etc. In primavera si può percorrere la strada dei vini da Thann (Alto Reno) a Marlenheim (Basso Reno) e si rimane sicuramente incantati per gli innumerevoli filari di vigneti sparsi sulle colline dell’Alto Reno, per i piccoli borghi medievali che, anche in questa stagione, catapultano il visitatore in un mondo fiabesco. I borghi si susseguono uno dopo l’altro, con la loro chiesetta, il loro municipio e con le splendide case a graticcio perennemente fiorite..

…………….…………..………………………………

Strasburgo – capoluogo dell’Alsazia e del dipartimento del Basso Reno.

DSCN4642

La Petit France – passeggiata by night

……………

Se si va in Alsazia non si può fare a meno di visitare questa bellissima città. La maggior parte delle attrattive e dei monumenti di Strasburgo sono tutti concentrati nella “Grande Ile” dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Per la nostra visita si parte da Place de la Cathédrale, cuore della vecchia Strasburgo, ove svetta la “Cathédrale de Notre Dame”, sorta sulle fondamenta di un precedente edificio romanico del quale rimane solo la Cripta. Meraviglia dell’architettura gotica fu costruita a partire dall’undicesimo secolo e fu ultimata nel 1439. La facciata, realizzata in arenaria rosa, svetta imponente tra due torri, tra cui quella di sinistra, alta m. 142, colpisce lo sguardo per la sua eleganza. Il colore rosa della facciata assume delle diverse sfumature a seconda dell’ora e del colore del cielo. L’interno, a tre navate, ha un aspetto molto severo, reso comunque suggestivo dalla luce che filtra attraverso le magnifiche vetrate dei sec. XII-XIV.  In certe occasioni tra i pilastri pendono 14 arazzi ordinati da Richelieu nel 1636 per Notre Dame di Parigi. Soffermatevi ad ammirare l’orologio astronomico sito all’interno della Cattedrale, un vero e proprio capolavoro del Rinascimento. Per immortalare la bellezza di Place de la Cathédrale dovete munirvi di un grandangolo,  giratevi a 360° e tutto intorno a voi vedrete antiche case tra cui spicca austera la Maison Kammerzell dei sec. XV – XVI, rivestita su tutti i lati da bellissimi intagli in legno.

DSCN4647

La Cattedrale

DSCN4659

Orologio Astronomico

……………………………………………………………………

Se vi spostate verso Rue Mercerie potete ammirare la più antica farmacia di Francia la “Pharmacie du Cerf” risalente al 1268. Sul lato destro della Cattedrale si apre Place du Chateau dove sorge il magnifico Palais Rohan.…………….

DSCN4674

La Petit France – scorcio su uno dei tanti canali –

……………..

Spostiamoci verso La Petit France, vecchio quartiere di pescatori che ha mantenuto il suo antico aspetto. E’ un quartiere veramente pittoresco, vecchie case in legno del XVI e XVII sec. che si specchiano nei canali, antiche viuzze acciottolate su cui si affacciano coloratissime case a graticcio. Passeggiamo da Rue du Bain aux Plantes fino al Quai de la Petit France e da lì verso “Ponts Couverts” considerato uno dei punti più pittoreschi di Strasburgo. E’ un’insieme di tre ponti dominati da quattro torri del XIV sec. Visitando Strasburgo non si può assolutamente perdere la navigazione sul fiume che dura poco più di 1 ora. Le case, i ponti, le vie viste dall’acqua sono tutt’altra cosa. Lungo il percorso il battello esce dal centro storico di Strasburgo e si spinge fino al Parlamento Europeo, poi passa sotto la chiesa di St Paul, l’Università ed il quartiere delle Ambasciate.

…………………….

DSCN4693

Chiesa di St Paul

DSCN4687

Ponts Couverts

……………………………………………………………..

La scelta dell’albergo, Hotel Rohan, è stata strategica poiché é situato a soli 150 metri dalla Cattedrale. E’ un tre stelle di buon livello e noi siamo stati veramente bene.……………………………

Lasciata Strasburgo, un percorso di soli 72 km ci porta a Riquewihr dove, per il gusto di vivere appieno il fascino dei paesini alsaziani, ci siamo fermati per la notte presso l’Hotel à l’Oriel, piccolo hotel di charme ubicato nel cuore dello storico comune alsaziano. La struttura si trova a 12 km da Colmar e da qui si possono visitare i vicini vigneti alsaziani e si possono fare escursioni nella pittoresca campagna circostante.………………….

IMG_8969

Riquewihr – passeggiata notturna

Riquewihr, situato nel dipartimento dell’Alto Reno, è un piccolo e romantico villaggio medioevale circondato da colline traboccanti di vigneti e famoso per la produzione del Riesling. Il borgo, classificato come uno dei più bei borghi di Francia, è racchiuso da una doppia cerchia di mura, la più interna risale al XIII sec., mentre la cerchia esterna è del XVI sec. Vi si accede attraverso porte austere e torri massicce e nel momento in cui si varca il passaggio ci si immerge in un mondo fiabesco. Passeggiando lungo Rue General de Gaulle, ove si affacciano  bellissime case a graticcio, è d’obbligo soffermarsi ad ammirare la Maison Behrel del 1514 o la Maison Preiss-Zimmer del 1686 e spingersi fino alla Torre del Dolder, bellissima costruzione in pietra del 1291 divenuta simbolo della città.

………….

…………..

Turckheim è piccolo, molto piccolo! Si varca la porta d’ingresso e lo si trova subito attraente. Si passeggia qua e là per mezz’ora, si scattano alcune  foto alle belle case a graticcio, si guardano alcuni negozi e si risale in macchina per la meta successiva.

Altra tappa obbligata è Colmar, tipica cittadina alsaziana posizionata tra il Reno ed i Vosgi. Miracolosamente risparmiata da entrambe le guerre mondiali, è la cittadina che meglio ha conservato il suo aspetto originario. Si rimane colpiti dalla “Petit Venice“, un labirinto di vicoli e canali sui quali si affacciano le multicolori case a graticcio. Spostandosi verso la Grande Rue si ammirano gli eleganti palazzi medievali tra cui la Maison des Arcades del 1609. Si prosegue per Rue des Marchands, la via più caratteristica della città vecchia, dove all’incrocio con Rue Merciere si può ammirare Maison Pfister del 1537, caratteristica casa in legno e pietra. A due passi dalla Maison si trova Place de la Cathédrale, dominata dalla gotica chiesa di Saint Martin del XIII -XIV sec., la cui facciata, fiancheggiata a destra da un campanile trecentesco, è stata realizzata in pietra arenaria gialla. Per ultimo si raccomanda la visita alla bellissima Église des Dominicains, fondata nel 1283 dall’Imperatore Rodolfo d’Asburgo. Presenta all’interno splendide vetrate trecentesche ed all’entrata del coro si può ammirare il dipinto della Vergine al roseto, capolavoro di Martin Schongauer del 1473.

DSCN4622 2

Meraviglioso scorcio a Colmar

Ultima tappa del nostro breve giro è Eguisheim, è stata una vera sorpresa.

IMG_9009

Eguisheim

IMG_9014

Eguisheim

…………..

………………………..

Eguisheim è veramente unico, le vie del borgo sono circolari e percorrendole non smetti mai di stupirti. Un susseguirsi di viuzze acciottolate, di piazzette con fontana, case coloratissime piene di fiori.

IMG_9016

Eguisheim – angolino di tempi che furono – I like it

Che dire! In Alsazia ci ritorneremo, magari a Settembre, per comprare del buon vino e per visitare gli innumerevoli borghi che per il momento ci mancano e che hanno destato la nostra curiosità.

15 thoughts on “In giro per l’Alsazia

    • Hi Meg, unfortunately I can write about my experiences only in Italian anyway Alsazia is a really pretty place to visit. All little medieval villages in a really wonderful countryside. I’ll send you an e_mail when I’ll post the article about Lisbona and it’s surrounding.
      By Bea

      my e_mail address is: beadefo@gmail.com

      Mi piace

  1. Non sono mai stata a Strasburgo ma ad agosto scorso ho potuto ammirare le case a graticcio più antiche della Germania a Quedlinburg in Alta Sassonia, pure patrimonio dell’Unesco, pure incantevole paesino, pure luogo da fiaba (come le casette di Eguisheim)

    Fantastiche foto, immagino meraviglioso viaggio, complimenti
    ciao
    Ondina

    Mi piace

    • Grazie mille per i complimenti. Ogni viaggio lascia in me un turbinio di emozioni ed ogni volta mi dico che ho sbagliato mestiere, avrei dovuto fare la guida turistica e trasmettere agli altri questa mia passione. “Quedlinburg” una nuova meta da scoprire, grazie 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...