Milano … oggi si va per Basiliche

Scommetto che pensavate che il mio peregrinare per Milano si fosse esaurito con il Duomo, o con Piazza della Scala o con Palazzo Reale, ed invece no!! Eccomi nuovamente qui con voi, oggi si va per Basiliche 🙂  Ma quante ce ne sono!! Sono lì una dopo l’altra, a volte nascoste dietro un palazzo moderno o dietro un edificio del cinquecento, ma l’occhio attento del fotografo saprà mettere in risalto la bellezza di questi gioielli nel cuore di una città caotica come Milano.  Bene, ripartiamo da Piazza Duomo ed imbocchiamo Via Torino. Non fatevi stordire dallo sferragliare dei tram. Il primo gioiello Rinascimentale è proprio lì al numero 17, sto parlando di San Satiro. Ciò che più vi colpirà è il suo interno dalle tonalità che vanno dall’oro al blu; che dire poi dell’illusione ottica che si ha spingendo lo sguardo al di là dell’altare maggiore? Una finta prospettiva di pilastri vi darà l’illusione che dietro l’altare ci sia un enorme spazio mentre il tutto si esaurisce in uno spazio di poco meno di un metro. Un grazie va a Donato Bramante per averci lasciato questa meraviglia, veramente geniale. Abbagliati da questo effetto non dimentichiamoci di dare un’occhiata alla Cappella della Pietà e all’ottagonale Battistero.

Proseguiamo la nostra passeggiata o saltiamo su un qualsiasi tram che ci porta verso Corso di Porta Ticinese dove al numero 39 ci fermeremo per visitare la più importante testimonianza di Basilica romana e paleocristiana a Milano, ovvero la Basilica di San Lorenzo. La facciata è preceduta da un ampio sagrato fronteggiato da 16 enormi colonne.

IMG_2037

Facciata Basilica di San Lorenzo

IMG_2036

Colonne di San Lorenzo

Fate un giro intorno al perimetro della Basilica fino a raggiungere il retro che si affaccia con cappelle e torri sui giardini di Piazza Vetra, è veramente bella! Peccato solo per i giardini che, a mio avviso, sono proprio mal tenuti. Ma ritorniamo al portale e varchiamolo. L’interno, con la sua pianta circolare, con gli enormi pilastri che svettano imponenti verso la cupola, vi lascerà a bocca aperta. Non perdete la visita a pagamento della Cappella di S. Aquilino, la parte del complesso monumentale di San Lorenzo che ha conservato la sua struttura originale. Entrando nel primo atrio a forpice coperto da volta a botte si notano frammenti di mosaici paleocristiani e da qui potrete accedere, tramite un portale in pietra, alla bellissima cappella ottagonale formata da otto nicchie rettangolari e semicircolari.

Corso di Porta Ticinese

Corso di Porta Ticinese

Sant' Eustorgio veduta dal Parco delle Basiliche

Sant’ Eustorgio veduta dal Parco delle Basiliche

Adesso si va a Sant’Eustorgio. Possiamo raggiungere la Chiesa percorrendo il caratteristico Corso di Porta Ticinese o passeggiando attraverso i viali alberati del Parco delle Basiliche. Optando per il percorso Parco si potrà godere di una bella prospettiva sul retro della Chiesa e vi sembrerà quasi surreale la pace che si respira in via S. Croce. Nel suo interno troverete vari monumenti sepolcrali ed antichi affreschi, notevole il ricco dossale marmoreo posto sull’altare maggiore. Anche qui non perdete la visita, sempre a pagamento, della Cappella Portinari: un gioiello del primo Rinascimento. Al centro della cappella non potrete non notare la splendida arca marmorea di S. Pietro Martire, opera di G. Balduccio risalente al 1339.

Chiesa di Sant'Eustorgio

Chiesa di Sant’ Eustorgio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi sto forse annoiando? Lo so è una materia un po’ difficile da digerire, ma io non ho ancora terminato 😦

Il giro prosegue verso la Basilica di S. Ambrogio, le prime fondamenta risalgono al 386 e fu eretta per volere del Santo Patrono di Milano. E’ una chiesa che dovete assolutamente visitare per l’incomparabile valore artistico. La maestosa facciata a capanna formata da due loggiati sovrapposti è preceduta da un bellissimo Atrio a portici del 1150. Ai due lati della facciata svettano due eleganti campanili risalenti: quello di destra all’ XI° secolo e quello di sinistra al XII°. Per la descrizione del suo interno non posso fare altro che rimandarvi ad una delle tante guide che sapranno illustrare, in modo impeccabile, ogni singolo dettaglio. Vi parleranno dello sfarzosissimo altare e ciborio, del maestoso sarcofago di Stilicone, del sacello di San Vittore in Ciel D’Oro sito nella settima cappella della navata destra.

Wow!! Credetimi non è facile parlare solo di Chiese, io per prima mi sto quasi addormentando sulla tastiera del PC, però vi assicuro che visitarle è tutt’altra cosa.

Ultimata la visita e nuovamente catapultati nel traffico cittadino percorriamo un tratto di Via San Vittore, svoltiamo in Via Bernardino Zenale e siamo già arrivati all’ultima meraviglia del mio giro turistico, Santa Maria delle Grazie. E’ una delle più belle chiese del Rinascimento Milanese ed anche qui troviamo nell’abside l’impronta del Bramante. Le parti più belle della Chiesa sono la tribuna con la sua enorme cupola bianca ed il chiostro. Se avete intenzione di passare da queste parti non dimenticate di prenotare con largo anticipo la visita di uno dei capolavori di sempre, il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Vedere così da vicino un’opera di così grande valore artistico è un’emozione che rimarrà impressa nella vostra mente per sempre.

32 thoughts on “Milano … oggi si va per Basiliche

  1. Hai ragione Bea,S.Ambrogio e Santa Maria delle Grazie con il Cenacolo sono dei veri capolavori,sono una tappa d’obbligo per chi visita Milano.Bella la descrizione ! Ciao…..

    Mi piace

  2. Gran bell’articolo!! Milano ha dei gioielli incredibili, ma bisogna sapere dove trovarli. Purtroppo pochi sanno come muoversi in una città che di primo impatto spesso non sembra affascinante. Invece lo è e come!! 🙂

    Liked by 1 persona

    • E’ con l’occhio attento del turista che si riesce a trovare bella una città caotica come Milano, tuttavia il mio giro a Milano non è ancora terminato. Adesso basta con Chiese e via con la movida o posti dove passare qualche ora in pieno relax. Ciao a presto Bea

      Mi piace

    • Pensa che ho fatto questo giro non solo per me ma anche per una blogger che seguo da più di due anni e che in maggio dovrebbe venire proprio a Milano. Nella mia vita mi sarebbe piaciuto così tanto lavorare con il turismo ed invece sono finita altrove 😦

      Mi piace

      • Bea, scusami, mi era sfuggito il tuo messaggio!

        Per chi hai fatto il giro?

        Sono convinta che, volendo, il blog possa portarti nella direzione giusta, anche se al momento non lavori esattamente nel campo che sognavi. I blog di viaggi hanno poi tantissime possibilità di crescere, devi solo crederci! 😉

        Mi piace

        • Don’t worry. Il giro l’ho fatto per Meg, devo aver messo il link nell’articolo sul duomo di Milano ed anche per me stessa. E’ stato bello girare Milano come una vera turista. Per quanto riguarda il mio blog di viaggi non saprei proprio come farlo crescere. Ci credo sì ma mi accontenterei di riuscire ad avere più visibilità. Un abbracico Bea

          Mi piace

  3. Pingback: Milano … a spasso tra i quartieri trendy | Viaggiando con Bea

    • Grazie per il suggerimento. Conosco bene la chiesa di San Maurizio. Molto, molto bella ma quando l’ho visitata era piena d’impalcature. Devo proprio ritornarci e magari aggiungerla nel mio post delle Basiliche. Che te ne pare? Forse questo post è un po’ noioso ma potrebbe essere d’aiuto per chi vuole visitare Milano. Un caro abbraccio Bea

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...