Brescia … in giro tra piazze, chiese e molto altro ancora

Nadia mi ha lanciato una sfida, testarmi come guida. Sfida da me accolta proponendo la visita di Brescia e devo dire che la proposta è stata immediatamente accettata 🙂   Ho sfogliato guide, ho navigato su internet, ho consultato mappe e Martedì 24 marzo 2015, alle ore 9:00, ha avuto inizio il nostro giro tutto al femminile. Ma quanto abbiamo parlato! E’ incredibile quanto hanno da dirsi due amiche affiatate come noi, non abbiamo smesso un attimo. Saltavamo da un argomento all’altro senza mai stancarci e senza mai stancarci abbiamo camminato da piazza in piazza rimanendo colpite ora dall’eleganza di Piazza della Loggia ora dagli splendidi monumenti che troneggiano lì, tutti in fila uno dopo l’altro, in Piazza Paolo VI.

Ops!! Sto correndo troppo. Ritorniamo un attimo indietro e ripercorriamo insieme l’itinerario della nostra giornata Bresciana. In poco meno di 15 minuti a piedi, partendo dalla stazione, abbiamo raggiunto Piazza Mercato. Incredibile quante piazze ci siano a Brescia!

Piazza della vittoria

Piazza della vittoria

Il centro storico si è sviluppato intorno a quattro piazze, una più bella dell’altra. Definirei graziosa Piazza Mercato con tutti i suoi portici animati da piccoli negozi, austera e triste Piazza della Vittoria con i suoi monumenti del periodo fascista, ma le due non hanno nulla a che vedere con la bellezza di Piazza della Loggia e Piazza Paolo VI, ovvero Piazza del Duomo. Arrivate in Piazza della Loggia siamo rimaste subito colpite dall’eleganza dei palazzi che vi si affacciano.

Piazza della Loggia

Piazza della Loggia

La Piazza è dominata dal Palazzo della Loggia con la sua splendida facciata in marmo bianco. La Loggia, eretta tra il 1492 ed il 1574 in stile Rinascimentale, è l’antico palazzo del Comune ed ancora oggi è sede della giunta comunale. Ha un pianterreno dove sono presenti una serie di colonne e pilastri ed un piano superiore riccamente ornato. Varcato il bellissimo portale, un sontuoso scalone porta alle sale decorate da pittori del ‘500 e pittori moderni. Sulla Piazza si affacciano altri edifici cinquecenteschi in stile veneziano tra cui un edificio a portici sormontati dalla Torre dell’Orologio situato nel lato opposto alla Loggia. Sul lato sud della Piazza troviamo l’edificio del Monte di Pietà che presenta nella facciata vari reperti di epoca romana. Questa piazza da molti è tristemente ricordata per la strage del 1974 ad opera di gruppi neofascisti.

IMG_2537

Piazza della Loggia – Torre dell’Orologio

Due passi da qui e ci troviamo catapultati  nel cuore storico della città, Piazza Paolo VI. Come detto prima, sulla Piazza si affacciano uno accanto all’altro tre magnifici monumenti: il Broletto risalente al sec. XIII°, il Duomo Nuovo del XVI° secolo ed il Duomo Vecchio o Rotonda eretto nell’ XI° secolo.

Il Palazzo del Broletto è uno dei più bei palazzi comunali lombardi, sovrastato da una torre risalente al 1187 detta “Pegol” ovvero Torre del Popolo. Sulla Piazza si affaccia la bellissima Loggia delle grida. E’ possibile accedere al vasto cortile interno che su tre lati conserva il suo aspetto medievale mentre il lato nord risale agli inizi del ‘600.

Il Broletto - cortile interno

Il Broletto – cortile interno

Accanto al Palazzo del Broletto si può ammirare la facciata barocca del Duomo Nuovo. Progettato a partire dal 1604 fu costruito sopra i resti di un’antica basilica. Ma passiamo subito al Duomo Vecchio o Rotonda, chiamato così per la sua forma a pianta circolare. E’ il più importante monumento romanico della città e vi si presenterà, sia esternamente che internamente, in tutto il suo antico splendore. Insomma è, a mio avviso, un vero gioiello. La Chiesa venne eretta a partire dall’ XI° secolo e sorge sulle rovine della basilica paleocristiana di Santa Maria Maggiore de Dom. Al suo interno si trova il monumento sepolcrale in marmo rosso dedicato a Berardo Maggi (vescovo della città nel 1275). Dell’antica basilica restano: l’affascinante Cripta di San Filastrio ed alcuni mosaici visibili attraverso delle teche poste sul pavimento.

Dopo la nostra full immersion tra piazze e chiese, ci siamo inerpicate verso il Colle Cidneo sulla cui sommità è ubicato il Castello cinquecentesco di Brescia. Varcato il portale d’ingresso, sul quale possiamo ammirare il Leone di San Marco, simbolo della Repubblica di Venezia, davanti al visitatore si aprono distese di giardini, piccole stradine e qua e là edifici e torrioni. Salendo verso l’alto abbiamo incontrato la Torre dei Prigionieri con l’annesso Ponte Levatoio. Con nostro grande rammarico se avessimo pensato di organizzare un giro guidato avremmo potuto entrare all’interno della Torre ed invece siamo rimaste lì con il naso all’insù a fotografare ed ammirare ciò che ci era consentito. Continuando la salita siamo passate davanti agli edifici del Piccolo e del Grande Miglio, originariamente utilizzati come depositi per granaglie, oggi il Grande Miglio è sede del Museo del Risorgimento. Proseguendo siamo arrivate prima al Mastio Visconteo da dove si gode di un magnifico panorama sulla città, e successivamente alla cilindrica Torre Mirabella.

Da torre in torre, un po’ chiacchierando, un po’ fotografando, siamo ritornate verso le viuzze del centro storico dove ci siamo concesse una meritata pausa in una delle più antiche osterie di Brescia, Osteria la Grotta. Con le sue volte in pietra conserva un fascino particolare ed inoltre abbiamo pranzato divinamente. Se passate da Brescia non mancate di concedervi anche Voi questa piccola coccola per gustare dei magnifici casoncelli ed il “Manzo all’Olio”, una delle specialità di questa caratteristica osteria. Terminato il pranzo, le ore che avevamo a disposizione per completare il giro turistico erano veramente poche e così con passo deciso, ignorando i bei negozi che si affacciano sulle vie del centro, ci siamo dirette verso l’ultima tappa del nostro programma: Via dei Musei. Questa via, lunga quasi 1 km, catapulta il visitatore nel cuore dell’antica Brixia. Uno degli edifici più antichi e significativi è il Capitolium, tempio capitolino dedicato alle divinità Giove, Giunone e Minerva, fu eretto nel 73 d.C. e conserva al suo interno dei bellissimi pavimenti in lastre di marmi colorati. L’impatto visivo che si ha non appena si arriva in Piazza del Foro è molto suggestivo.

IMG_2588

Capitolium

L’ultima tappa del nostro giro è quella che ci ha letteralmente lasciate a bocca aperta. La mia amica Nadia, quasi correndo da una sala all’altra, continuava a ripetere: “Santa Giulia o Museo della città, vale da sola la visita di Brescia” ed io … mi sentivo fiera di averle fatto scoprire un posto così affascinante. Ho letto su internet che il “Museo della città” è unico in Italia e in Europa per concezione espositiva e per ubicazione. Il Museo è stato allestito nel complesso monastico di San Salvatore e Santa Giulia. In età romana l’area del monastero era occupata da un intero quartiere con abitazioni (Domus) decorate da mosaici ed affreschi, ed è anche questo che noi abbiamo avuto modo di vedere lungo il percorso espositivo. Visitare Santa Giulia è come fare un viaggio nelle diverse epoche che hanno segnato la storia di Brescia. Nel percorso abbiamo avuto modo di ammirare: la chiesa di San Salvatore e la sua cripta, risalente al periodo longobardo, l’oratorio romanico di Santa Maria in Solario e testimonianze del periodo rinascimentale come il coro delle monache, la Chiesa di Santa Giulia e la Croce gemmata di Desiderio. Inoltre, abbiamo potuto ammirare e fotografare il simbolo della città: la Vittoria Alata, uno dei reperti rinvenuti nell’area del Capitolium.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Carissimi di più non posso dire e, quindi, spero che anche Voi, attraverso le mie foto ed il mio breve diario, un giorno o l’altro, possiate sentire il desiderio d’intraprendere questo magnifico viaggio nella storia di Brixia  (la Brescia romana).

34 thoughts on “Brescia … in giro tra piazze, chiese e molto altro ancora

  1. Brescia e’ molto bella, la conosco, ci sono stata molte volte, ora con il tuo diario di viaggio con le bellissime foto mi e’ venuta voglia di tornarci, ho amici di vecchia data che non vedo da anni, chissa’, 🙂 baci cara Bea, buon inizio settimana, ❤

    Mi piace

  2. Che devo dire? Mi hai fatto venir voglia di visitare Brescia. Che bella città dev’essere! Bellissime anche le tue foto, che fanno capire subito, a colpo d’occhio, quanto belle sono queste piazze e questi palazzi storici. Mi ha impressionato la torre dell’orologio in piazza della loggia e l’interno del duomo vecchio, ma anche tutto il resto della città, veramente ricca di monumenti e di storia italica. Brava Bea!

    Mi piace

  3. Amo Brescia! E tu hai saputo cogliere e raccontare alla perfezione molti dettagli e luoghi semplicemente unici. Davvero brava!!! Ottimo resoconto per i conoscitori, e non, di Brescia. Un bacio

    Mi piace

  4. Pingback: Manzo all’olio per il pranzo Pasquale di Bea | Viaggiando con Bea

  5. Io abito a Milano, Brescia è vicinissima e non c’ero mai stato, immaginavo che fosse una bella città e anch’io come tè sono rimasto veramente piacevolmente sorpreso, ho trovato un luogo veramente bello, accogliente e pieno di storia, ho fatto parecchie foto, il tuo servizio è bello e completo invoglia a fare un giro turistico che anch’io consiglio vivamente. un abbraccio Ciao Vanni

    Liked by 1 persona

  6. Pingback: Almenno … una passeggiata tra arte natura | Viaggiando con Bea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...