Trieste e …. non solo

L’occasione per rivedere dei carissimi amici ci ha fatto decidere di buttare due cosucce in un trolley e, noncuranti delle pessime previsioni meteo, siamo partiti per  Trieste. Città di grande fascino nota a tutti per la Bora, che da ottobre a marzo giunge all’improvviso sconvolgendo ogni cosa, eppure, quando non c’è i triestini ne sentono la mancanza. Ex città di frontiera, crocevia dell’Europa, vi si respira un’autentica atmosfera mitteleuropea. E’ una città di gran classe, forse un po’ fredda ma affascinante per la sua regalità e per la bellezza dei suoi asburgici palazzi. La nostra amica, D., dice che non potrebbe vivere in una città diversa da Trieste e che quando passeggi per le vie del centro devi sempre guardare in alto per scoprire l’inimmaginabile. Ne è letteralmente innamorata!

IMG_3454

Piazza dell’Unità d’Italia – Palazzo Comunale

Per visitarla partiamo direttamente da una delle più belle piazze che abbia mai visto: Piazza dell’Unità d’Italia. Cinta su tre lati da imponenti edifici tra cui spicca sul lato opposto al mare il Palazzo Comunale del 1876. Esso è contraddistinto da una serie di arcate e da una torre con orologio sormontato da due statue di mori che battono le ore.

IMG_3455

Piazza dell’Unità d’Italia – Palazzo del Governo –

Sul lato sinistro della Piazza troviamo Casa Stratti, che ospita al pianterreno lo storico Caffè degli Specchi. Inoltre si può ammirare il Palazzo del Governo, una delle perle della Piazza. Da notare la vasta balconata ed i mosaici in vetro di Murano. Sul lato destro si erge il neo-rinascimentale Palazzo del Lloyd Triestino del 1883 ed il barocco Palazzo Pitteri del 1790. Al centro notiamo la Fontana Barocca dei Quattro Continenti realizzata nel 1751 da Giovanni Mazzoleni. La Piazza appare bellissima sia con la luce del sole che con la pioggia,  ma lo è ancor di più di notte quando magicamente  diventa un punto di raccolta per i giovani triestini. Da non perdere la vista che si ha dal Molo Audace che nelle giornate di sole diventa un luogo di passeggio dove ci si può soffermare a prendere il sole, a correre, a mangiare o semplicemente a godere della brezza marina.

IMG_3540

Piazza dell’Unità d’Italia – in un momento di pioggia –

E adesso andiamo a spasso per le vie del centro ……..

IMG_3507

Caffè Tommaseo

IMG_3515 (1)

Chiesa Greco-Ortodossa di San Nicolò dei Greci

Da Piazza dell’Unità d’Italia, passando dal Teatro Lirico Giuseppe Verdi,  ci dirigiamo verso il più antico Caffè di Trieste, il “Caffè Tommaseo“, ritrovo di artisti e uomini d’affari. Nel weekend, comodamente seduti, si può avere la fortuna di gustare un ottimo caffè ascoltando musica sinfonica dal vivo. Uscendo dal Caffè Tommaseo non dimenticate di visitare la “Chiesa Greco-Ortodossa di San Nicolò dei Greci” con facciata neoclassica ed un bellissimo interno settecentesco ricco di splendide decorazioni. Da qui ci dirigiamo verso Canal Grande,  lingua di mare che entra nella città.

IMG_3672

Canal Grande

IMG_3534

Piazza della Borsa

E’ molto bello percorrerlo! Vi si respira un’atmosfera particolare con le barche ormeggiate, con i palazzi neoclassici che vi si affacciano, tra cui sicuramente degno di nota è “Palazzo Carciotti”, il primo esempio di architettura neoclassica progettato dall’architetto Matteo Pertsch nel 1802.  Proseguendo sulla riva destra del canale si arriva a Ponterosso all’altezza dell’omonima piazza, oltre la quale notiamo la Chiesa Serbo-Ortodossa di San Spridione realizzata in stile neobizantino e dominata da splendide cupole celesti. La chiesa è chiusa sia la domenica pomeriggio che il lunedì, così non ci è stato possibile vedere i suoi bellissimi interni ricchi di decorazioni in oro. Lasciato Canal Grande, imbocchiamo via S. Spiridione e da qui ci dirigiamo verso i pochi resti del Teatro Romano. Ritornando verso le viuzze del centro passiamo per Piazza Vecchia e Piazza della Borsa, ove spicca il massiccio palazzo del Tergesteo risalente al 1842 che costituisce uno degli esempi più rilevanti tra i monumenti neoclassici triestini; da vedere anche il palazzo della Borsa Vecchia risalente al 1806, la cui facciata è contraddistinta da un colonnato dorico; attualmente è la sede della Camera di commercio.

Il giro continua verso il foro romano e la Cattedrale di San Giusto. Percorrendo via del Teatro Romano si possono visitare la chiesetta romanica di San Silvestro e la Chiesa barocca di S. Maria Maggiore.  Infine, affaticati per la ripida salita, si giunge alla Cattedrale di San Giusto sorta nel XIV sec. dalla fusione di due chiese precedenti. La semplice facciata della Cattedrale è ornata da un grandioso rosone gotico trecentesco in pietra bianca e da un tozzo campanile del XIV sec. da cui si gode di un bel panorama sulla città. L’interno a cinque navate è impreziosito da affreschi del 1200, che raffigurano la vita di San Giusto, e da mosaici di scuola veneziana dei primi del XIII sec. presenti nell’abside.

IMG_3722

La Cattedrale di San Giusto

IMG_3710

La Cattedrale di San Giusto – interno

Cos’altro vedere a Trieste? A me è piaciuta molto la Sinagoga,  è una delle più importanti in Europa, l’interno è bellissimo ma, ahimè, niente foto. Un vero peccato!!

Trieste e … non solo…, il viaggio continua con qualche visita qua e là.

IMG_3432

Veduta sul Castello di Miramare

IMG_3443

Castello di Miramare – particolare di una delle sale del primo piano –

Beh! sicuramente non potete perdere Il Castello di Miramare, costruito nell’omonima frazione di Trieste per volere di Massimiliano d’Asburgo Lorena che lo donò alla moglie Carlotta del Belgio. Massimiliano e Carlotta entrarono nella residenza di Miramare nel 1860 ma solo dopo 4 anni dovettero partire per il Messico in quanto a Massimiliano fu offerta la “corona” di imperatore di quel paese. Purtroppo è una storia tristissima!!!   Una così bella dimora costruita con tanto amore e…  per amore, ma mai goduta pienamente in quanto Massimiliano fu fucilato in Messico nel 1867 e  Carlotta al suo rientro in Europa diede i primi segni di squilibrio mentale. Dimorò nel Castello per un breve periodo per poi trasferirsi definitivamente in Belgio dove morì nel 1927.  Il Castello, adagiato su un promontorio, appare leggiadro con le sue torri merlate ed abbaglia il visitatore per il biancore degli edifici a picco sul mare. Edificato tra il 1856 ed il 1860 è cinto da una bellissima terrazza da cui si ammira il golfo di Trieste. Dal piazzale del Castello si estende per ben 22 ettari il bellissimo Parco, ricco di piante rare ed esotiche. Oggi è un piacevole luogo di passeggiata per i Triestini. Per quanto riguarda l’interno, ho trovato affascinante la stanza da letto di Massimiliano, detta “cabina”, in quanto ricorda vagamente la cabina di una nave. Dalla biblioteca, che custodisce circa 7.000 volumi, si passa alle stanze di Carlotta, lo stile è molto semplice a differenza delle sale di rappresentanza del primo piano che sono molto più sfarzose e riccamente arredate. Sono rimasta colpita dai Salotti Orientali e dalla magnifica Sala del Trono.

IMG_3581

La Grotta Gigante

Ad una decina di km dal centro di Trieste abbiamo dedicato del tempo anche alla visita della Grotta Gigante. E’ possibile arrivarci in macchina seguendo la direzione Opicina e poi Borgo di Grotta Gigante, o, in alternativa, da Piazza Oberdan con il bus nr. 42. La visita guidata dura circa un’ora. Con un comodo percorso turistico si scende ad una profondità di 101,10 mt. Tra le concrezioni calcaree più belle citiamo la Palma, alta sette metri, e la Colonna Ruggero alta dodici metri.

***

La nostra vacanzina di tre giorni, vissuta tra pioggia e sprazzi improvvisi di sole, tra visite artistiche e piacevoli incontri con amici intorno ad un buon bicchiere di vino, è giunta al termine.

IMG_3641

Veduta sul golfo di Trieste da Muggia

Ultimissima raccomandazione, se arrivate a Trieste con la macchina non perdete la visita di  AQUILEIA, antica metropoli di epoca romana, è uno dei siti archeologici più importanti dell’Italia settentrionale e dista solo un trentina di Km. da Trieste.

IMG_3408

Aquileia – la Basilica

IMG_3416

Aquileia – la Basilica – Interno –

IMG_3423

Scorcio sulla Basilica

La nostra sosta ad Aquileia è avvenuta nel nostro viaggio di andata. Non avendo molto tempo a disposizione, appena arrivati, siamo subito entrati nel punto informazioni situato in Via Augusta 352 tra il Foro e la Basilica.

Ci è stato consigliato di acquistare la Friuli Venezia Giulia Card  che con il solo costo di 15 eur ci  ha permesso di accedere sia alla Basilica di Aquileia che in tutti i siti di Trieste da me precedentemente menzionati, ad eccezione della Sinagoga. Con mappa ed audio guida in mano abbiamo iniziato il nostro giro turistico.  Partendo da via Giulia Augusta siamo passati davanti al Foro poi verso la Via Sacra, viale alberato fiancheggiato da capitelli ed, infine, siamo giunti alla Basilica, edificio Romanico eretto tra il 1021-31. L’interno, a tre navate su colonne, ti lascia a bocca aperta per lo straordinario pavimento a mosaico.

Dedico questo giro ai nostri cari amici A & D, che grazie alla loro ospitalità ci hanno permesso di ammirare Trieste dal loro splendido rifugio. Un simpatico pensiero corre anche agli amici di Cagliari conosciuti per caso durante la nostra visita alla Sinagoga.

IMG_3412

Scorcio sulla Basilica

6 thoughts on “Trieste e …. non solo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...